MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARTE CONTEMPORANEA “MATERIKA” AD ANDRIA

Pubblico la mia videointervista per la Colasantopress al curatore della Mostra Internazionale di Arte Contemporanea “MATERIKA”, Prof. Cosimo Strazzeri, Preside dell’I.I.S.S. “Colasanto” di Andria e alla curatrice dell’allestimento, Prof.ssa Paola Nanni.

La Mostra è visitabile all’Officina S. Domenico di Andria fino al 5 giugno.

Eccovi il link: https://www.facebook.com/mario.dimatteo.3150/videos/467394723681070/

PRESENTAZIONE DEL MIO LIBRO “FILTRI D’AMORE” AL SALOTTO LETTERARIO “DE GENNARO” DI BITONTO

Presdegennarobitonto2Al Salotto Letterario “De Gennaro” presso la Libreria del Teatro di Bitonto, ha condotto la presentazione il Prof. Mario Sicolo.

Ha letto alcuni brani l’attore Emanuele Licinio.

Al violoncello, per il sottofondo musicale, Maddalena Licinio.

E’ stato emozionante ascoltare l’erudita presentazione del Prof. Sicolo nella città, dove ho trascorso alcuni momenti importanti della mia infanzia. Non voglio essere sentimentale, ma è proprio così.

Non avevo più riletto i miei racconti da un bel pò e riascoltarli interpretati egregiamente dall’attore Emanuele Licinio, mi hanno dato una strana sensazione: mi sembrava di ascoltarli per la prima volta.

Ringrazio i presenti e naturalmente Mario Sicolo, che, bontà sua,  ha anche ricordato i nostri siparietti nella sala docenti del Colasanto di Andria, inusuali nell’atmosfera un pò dolente e seriosa di un Istituto scolastico.

A presto!

 

Presdegennarobitonto

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “FILTRI D’AMORE” DI MAURIZIO DE GIGLIO AL SALOTTO LETTERARIO “DE GENNARO” di Bitonto, presso Libreria del Teatro

Libro1Il susseguirsi delle vicende, narrate nella raccolta “Filtri d’amore”, portano il lettore ad immedesimarsi nelle passioni e nei sentimenti dei personaggi, riflettendo sui conflitti interiori che li tormentano e dando una visione nitida sulle problematiche personali e sociali, che li agitano.

L’ineluttabilità degli eventi e la liquefazione dei valori morali e religiosi lasciano gli individui coinvolti, drammaticamente soli, ad affrontare i drammi interiori generati da una realtà in continuo   divenire,  che non permette di risolverne i problemi. Il dolore profondo e inafferrabile, che ne  scaturisce,   non trova risposte adeguate e spinge  i protagonisti in una desolazione interiore devastante.

L’autore descrive nitidamente, il disagio di vivere in una società che tratta i sentimenti umani alla stregua di prodotti di consumo e non rispetta i suoi ritmi di assorbimento nell’animo delle persone e, inevitabilmente, vengono sostituiti da surrogati, che non rispondono alle nuove esigenze dell’uomo moderno.

http://www.dabitonto.com/cultura-e-spettacolo.htm